Rulli per imbiancatura: struttura, metodo di impiego e punti di forza

 

Semplice spiegazione della struttura dei rulli, del loro metodo di impiego e dei punti di forza dei rulli per imbiancare: assorbimento, rilascio, ripresa.

8 DICEMBRE 2014

La struttura di un rullo

I rulli moderni sono fissati al supporto tramite la tormofusione, cioè incollati a caldo, e vengono guidati da due flange laterali.
II manico si fissa per mezzo del nottolino e può essere inserito da entrambi i lati del rullo.

Rulli per grosse superfici (8mm manico)

Questi rulli sono usati per l'applicazione di pitture su grandi superfici, dove più ampio è il diametro e maggiore sarà l'efficienza del lavoro. Di contro però, più ampio è il diametro e maggiore sarà anche l'assorbimento e il peso del rullo stesso.
Le misure standard sono 18, 22 e 25cm per i rulli normali, 20, 23 e 27cm per i rulli imbottiti.

Efficienza di un rullo

I rulli per pittura lavorano grazie al principio della rotazione, e non solo grazie al contatto con la parete come si è portati a pensare.
Durante la rotazione, l'applicazione della pittura avviene tramite il rilascio di tante micro gocce sulla superficie. La qualità del tessuto del rullo è quindi determinante per l'efficienza dell'imbiancatura.

Punti di forza di un rullo efficiente

- Massimo assorbimento di pittura dal tessuto
- Rilascio controllato della pittura nella rotazione
- Alta capacità di ripresa durante la rotazione
- Ottenere il miglior risultato della superficie pitturata

La qualità delle fibre del rullo, così come la loro densità e progettazione, sono di cruciale importanza. Anche piccole differenze nella qualità del tessuto avranno serie conseguenze sul risultato dell'imbiancatura.